Lo spazio come dimensione simbolica della segregazione