Il corpo vulnerabile. Precarietà e rappresentabilità della vita in un esempio cinematografico recente: La Blessure (2005), di Nicolas Klotz