L’elaborazione di una nuova concezione della spazialità è il prodotto di un processo che ha accompagnato l’età contemporanea e la modernità. Lo spatial turn, che negli ultimi venti anni ha interessato scienze sociali e umane, va collocato in questo percorso culturale. La ricerca storica ha iniziato a confrontarsi con la complessità di uno spazio allargato e sfaccettato. Il rapporto originario tra ricerca storica e spazio si misura con una concezione più ricca e articolata dello spazio, della sua natura storica e della sua rilevanza nei processi storici. La world history ha adottato un registro squisitamente spaziale. Lo studio della dinamica delle interconnessioni solleva la questione del rapporto tra spazio e potere. Il ragionamento geopolitico, in prospettiva storica e senza determinismi geografici, può fornire piste per approfondire la comprensione delle rivalità di potere sul territorio nelle sue molteplici scale, delle intersezioni tra i diversi insiemi spaziali, delle rappresentazioni culturali e politiche dello spazio. Lo spazio va declinato al plurale. In questo senso lo spatial turn significa riconoscere l’esistenza di temporalità multiple come dato costitutivo del divenire della storia.

Roccucci, A. (2017). Spatial turn e geopolitica. Il nesso spazio-temporale e il carattere plurale della storia. IL MESTIERE DI STORICO, VIII (2016)(2), 23-45.

Spatial turn e geopolitica. Il nesso spazio-temporale e il carattere plurale della storia

Adriano Roccucci
2017-01-01

Abstract

L’elaborazione di una nuova concezione della spazialità è il prodotto di un processo che ha accompagnato l’età contemporanea e la modernità. Lo spatial turn, che negli ultimi venti anni ha interessato scienze sociali e umane, va collocato in questo percorso culturale. La ricerca storica ha iniziato a confrontarsi con la complessità di uno spazio allargato e sfaccettato. Il rapporto originario tra ricerca storica e spazio si misura con una concezione più ricca e articolata dello spazio, della sua natura storica e della sua rilevanza nei processi storici. La world history ha adottato un registro squisitamente spaziale. Lo studio della dinamica delle interconnessioni solleva la questione del rapporto tra spazio e potere. Il ragionamento geopolitico, in prospettiva storica e senza determinismi geografici, può fornire piste per approfondire la comprensione delle rivalità di potere sul territorio nelle sue molteplici scale, delle intersezioni tra i diversi insiemi spaziali, delle rappresentazioni culturali e politiche dello spazio. Lo spazio va declinato al plurale. In questo senso lo spatial turn significa riconoscere l’esistenza di temporalità multiple come dato costitutivo del divenire della storia.
Roccucci, A. (2017). Spatial turn e geopolitica. Il nesso spazio-temporale e il carattere plurale della storia. IL MESTIERE DI STORICO, VIII (2016)(2), 23-45.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/327338
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact