Il turismo ha un impatto rilevante sull’ambiente e, al tempo stesso, è una dei settori più vulnerabili al degrado ambientale e al cambiamento climatico. Considerando il turismo marittimo e costiero, il suo successo nel lungo periodo è strettamente legato alla capacità di gestire i problemi di sostenibilità ambientale. Negli ultimi anni, in questo settore, sono stati sviluppati un ampio numero di strumenti volontari atti a ridurre la pressione ambientale e ad aumentare la competitività. Questa svolta è anche dovuta ad un aumento della consapevolezza e sensibilità dei consumatori verso la sostenibilità. L’articolo presenta i risultati di un’indagine rivolta ai clienti di uno stabilimento balneare situato nel Lazio e certificato con l’etichetta ambientale Legambiente Turismo. Il questionario è stato strutturato per svolgere l’Importance-Performance Analysis (IPA). Lo studio valuta la percezione dei clienti verso le pratiche ambientali attuate dallo stabilimento balneare confrontandole con gli altri attributi di qualità del servizio. In primo luogo, è stata sviluppata un'Analisi in Componenti Principali (ACP) che mira ad individuare le dimensioni latenti del servizio, a partire dall’importanza attribuita dai clienti a queste ultime. Le dimensioni individuate sono state successivamente utilizzate per analizzare i dati con l'IPA. I risultati della ACP mostrano come le pratiche ambientali costituiscano, insieme ad altre cinque variabili latenti, una dimensione specifica della qualità del servizio. I risultati dell'IPA suggeriscono, inoltre, che il margine di miglioramento è presente per tutte le componenti del servizio. Nello specifico, gli attributi ambientali relativi alla gestione dei rifiuti, dell'acqua e dell'energia sono positivamente riconosciuti, mentre quelli relativi alla comunicazione ambientale sono considerati poco significativi. Nel complesso, i risultati suggeriscono che i clienti dello stabilimento balneare riconoscono la sostenibilità ambientale come un elemento rilevante nella valutazione della qualità del servizio. Pertanto, l’ottenimento di un marchio di qualità ecologica rappresenta un modo efficace per dimostrare l’impegno verso l'ambiente e ottenere un vantaggio competitivo sul mercato.

Acampora, A., Preziosi, M., Merli, R. (2018). Etichettatura ecologica negli stabilimenti balneari: identificazione della dimensione ambientale del servizio e caratterizzazione delle percezioni dei clienti con l'Analisi Importance-Performance. In Atti del Congresso AISME 2018 (pp. 263-268). Università degli Studi di Firenze; PIN Polo Universitario Città di Prato.

Etichettatura ecologica negli stabilimenti balneari: identificazione della dimensione ambientale del servizio e caratterizzazione delle percezioni dei clienti con l'Analisi Importance-Performance

acampora a.;preziosi m.;merli r.
2018-01-01

Abstract

Il turismo ha un impatto rilevante sull’ambiente e, al tempo stesso, è una dei settori più vulnerabili al degrado ambientale e al cambiamento climatico. Considerando il turismo marittimo e costiero, il suo successo nel lungo periodo è strettamente legato alla capacità di gestire i problemi di sostenibilità ambientale. Negli ultimi anni, in questo settore, sono stati sviluppati un ampio numero di strumenti volontari atti a ridurre la pressione ambientale e ad aumentare la competitività. Questa svolta è anche dovuta ad un aumento della consapevolezza e sensibilità dei consumatori verso la sostenibilità. L’articolo presenta i risultati di un’indagine rivolta ai clienti di uno stabilimento balneare situato nel Lazio e certificato con l’etichetta ambientale Legambiente Turismo. Il questionario è stato strutturato per svolgere l’Importance-Performance Analysis (IPA). Lo studio valuta la percezione dei clienti verso le pratiche ambientali attuate dallo stabilimento balneare confrontandole con gli altri attributi di qualità del servizio. In primo luogo, è stata sviluppata un'Analisi in Componenti Principali (ACP) che mira ad individuare le dimensioni latenti del servizio, a partire dall’importanza attribuita dai clienti a queste ultime. Le dimensioni individuate sono state successivamente utilizzate per analizzare i dati con l'IPA. I risultati della ACP mostrano come le pratiche ambientali costituiscano, insieme ad altre cinque variabili latenti, una dimensione specifica della qualità del servizio. I risultati dell'IPA suggeriscono, inoltre, che il margine di miglioramento è presente per tutte le componenti del servizio. Nello specifico, gli attributi ambientali relativi alla gestione dei rifiuti, dell'acqua e dell'energia sono positivamente riconosciuti, mentre quelli relativi alla comunicazione ambientale sono considerati poco significativi. Nel complesso, i risultati suggeriscono che i clienti dello stabilimento balneare riconoscono la sostenibilità ambientale come un elemento rilevante nella valutazione della qualità del servizio. Pertanto, l’ottenimento di un marchio di qualità ecologica rappresenta un modo efficace per dimostrare l’impegno verso l'ambiente e ottenere un vantaggio competitivo sul mercato.
978-88-943351-0-1
Acampora, A., Preziosi, M., Merli, R. (2018). Etichettatura ecologica negli stabilimenti balneari: identificazione della dimensione ambientale del servizio e caratterizzazione delle percezioni dei clienti con l'Analisi Importance-Performance. In Atti del Congresso AISME 2018 (pp. 263-268). Università degli Studi di Firenze; PIN Polo Universitario Città di Prato.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/330689
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact