L'APPLICABILITA' DELL'ART. 131-BIS NELLE IPOTESI DI CONTINUAZIONE DI REATI: UN DIALOGO DAVVERO (IM)POSSIBILE?