The essay analyzes some ideas that compound the complex theory of legal reasoning defended by Manuel Atienza. The aim is twofold: on the one hand, I want to discuss these ideas; and on the other hand I want to show that some of these ideas can be usefully articulated and deployed also outside the specific framework of Atienza’s legal theory (i.e., “law as argumentation”). In particular, I will first discuss some definitions and distinctions proposed by Atienza about legal reasoning; and then I will focus on Atienza’s criticism on the traditional distinction between the context of discovery and the context of justification of judicial decisions. In this regard, I will try to argue that Atienza’s proposal is indeed interesting and that it is also possible to articulate it in a somewhat different way.

In questo lavoro prendo spunto da alcune tesi proposte da Manuel Atienza nell’ambito della sua articolata teoria del ragionamento giuridico e dell’argomentazione giuridica, per un verso per discuterle, e per altro verso per mostrare che alcune di esse possono essere utilmente sviluppate anche al di fuori dello specifico contesto giusteorico da cui provengono (la “teoria del diritto come argomentazione”). In particolare, dopo aver discusso alcune delle specifiche definizioni e distinzioni proposte da Atienza in tema di ragionamento giudiziale, mi soffermerò sulla critica che Atienza rivolge alla tradizionale distinzione tra contesto di giustificazione e contesto di scoperta delle decisioni giudiziali; a questo proposito cercherò di sostenere che, nonostante alcune forzature, la proposta di Atienza non sia priva di interesse, e che peraltro sia possibile elaborare questa idea in maniera parzialmente diversa da come fa Atienza.

Pino, G. (2016). Riflessioni sul ragionamento giudiziale (a partire dalla teoria di Manuel Atienza). RIFD. RIVISTA INTERNAZIONALE DI FILOSOFIA DEL DIRITTO(3), 331-351.

Riflessioni sul ragionamento giudiziale (a partire dalla teoria di Manuel Atienza)

Pino, Giorgio
2016

Abstract

In questo lavoro prendo spunto da alcune tesi proposte da Manuel Atienza nell’ambito della sua articolata teoria del ragionamento giuridico e dell’argomentazione giuridica, per un verso per discuterle, e per altro verso per mostrare che alcune di esse possono essere utilmente sviluppate anche al di fuori dello specifico contesto giusteorico da cui provengono (la “teoria del diritto come argomentazione”). In particolare, dopo aver discusso alcune delle specifiche definizioni e distinzioni proposte da Atienza in tema di ragionamento giudiziale, mi soffermerò sulla critica che Atienza rivolge alla tradizionale distinzione tra contesto di giustificazione e contesto di scoperta delle decisioni giudiziali; a questo proposito cercherò di sostenere che, nonostante alcune forzature, la proposta di Atienza non sia priva di interesse, e che peraltro sia possibile elaborare questa idea in maniera parzialmente diversa da come fa Atienza.
The essay analyzes some ideas that compound the complex theory of legal reasoning defended by Manuel Atienza. The aim is twofold: on the one hand, I want to discuss these ideas; and on the other hand I want to show that some of these ideas can be usefully articulated and deployed also outside the specific framework of Atienza’s legal theory (i.e., “law as argumentation”). In particular, I will first discuss some definitions and distinctions proposed by Atienza about legal reasoning; and then I will focus on Atienza’s criticism on the traditional distinction between the context of discovery and the context of justification of judicial decisions. In this regard, I will try to argue that Atienza’s proposal is indeed interesting and that it is also possible to articulate it in a somewhat different way.
Pino, G. (2016). Riflessioni sul ragionamento giudiziale (a partire dalla teoria di Manuel Atienza). RIFD. RIVISTA INTERNAZIONALE DI FILOSOFIA DEL DIRITTO(3), 331-351.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/338468
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact