Tre aporie (e qualche altra perplessità) nell'opera di Luigi Ferrajoli