Corpi intessuti di parole: soggettività performative, vergogna e fat pride