Rappresentazioni dello spazio ed errore umano: implicazioni per la laparoscopia