The paper analyzes how the theme of the house in the seascape has been declined by Italian architectural culture in the years around the Second World War. A report that tells us one of the probably most profound aspects of the culture of a nation washed by the Mediterranean for over 7000 km of coastline. Through the architectures and writings of architects such as Gio Ponti, Bernardo Rudofsky, Luigi Cosenza, Lina Bo, Carlo Pagani, Fabrizio Clerici, Mario De Renzi, Ugo Luccichenti, we want to understand how this relationship between the end of the 30s and the end of the 1950s changes, also due to the transformations of the country.

Lo scritto analizza in che modo il tema della casa nel paesaggio marino sia stato declinato dalla cultura architettonica italiana negli anni a cavallo della seconda guerra mondiale. Un rapporto che ci racconta uno degli aspetti probabilmente più profondi della cultura di una nazione bagnata dal Mediterraneo per oltre 7000 km di coste. Attraverso le architetture e gli scritti di architetti come Gio Ponti, Bernardo Rudofsky, Luigi Cosenza, Lina Bo, Carlo Pagani, Fabrizio Clerici, Mario De Renzi, Ugo Luccichenti, si cerca di comprendere come questo rapporto tra la fine degli anni ’30 e la fine degli anni ’50 si modifichi, anche in relazione alle trasformazioni del Paese.

Palmieri, V. (2019). Dalla casa sul mare alla casa al mare. Miti, ideali e prassi in 20 anni di architettura italiana. PROYECTO Y CIUDAD(10), 127-142.

Dalla casa sul mare alla casa al mare. Miti, ideali e prassi in 20 anni di architettura italiana

Palmieri Valerio
2019

Abstract

Lo scritto analizza in che modo il tema della casa nel paesaggio marino sia stato declinato dalla cultura architettonica italiana negli anni a cavallo della seconda guerra mondiale. Un rapporto che ci racconta uno degli aspetti probabilmente più profondi della cultura di una nazione bagnata dal Mediterraneo per oltre 7000 km di coste. Attraverso le architetture e gli scritti di architetti come Gio Ponti, Bernardo Rudofsky, Luigi Cosenza, Lina Bo, Carlo Pagani, Fabrizio Clerici, Mario De Renzi, Ugo Luccichenti, si cerca di comprendere come questo rapporto tra la fine degli anni ’30 e la fine degli anni ’50 si modifichi, anche in relazione alle trasformazioni del Paese.
The paper analyzes how the theme of the house in the seascape has been declined by Italian architectural culture in the years around the Second World War. A report that tells us one of the probably most profound aspects of the culture of a nation washed by the Mediterranean for over 7000 km of coastline. Through the architectures and writings of architects such as Gio Ponti, Bernardo Rudofsky, Luigi Cosenza, Lina Bo, Carlo Pagani, Fabrizio Clerici, Mario De Renzi, Ugo Luccichenti, we want to understand how this relationship between the end of the 30s and the end of the 1950s changes, also due to the transformations of the country.
El artículo analiza cómo el tema de la casa en el paisaje marino ha sido utilizado por la cultura arquitectónica italiana en los años de la Segunda Guerra Mundial. Una relación de que nos dice uno de los aspectos más profundos de la cultura de una nación bañada por el mar Mediterráneo por más de 7000 km de costa. A través de las arquitecturas y escritos de arquitectos como Gio Ponti, Bernardo Rudofsky, Luigi Cosenza, Lina Bo, Carlo Pagani, Fabrizio Clerici, Mario De Renzi y Ugo Luccichenti, tratamos de entender cómo esta relación entre el final de los años 1930 y el final de los años 50 cambió, también en relación con la transformación del país.
Palmieri, V. (2019). Dalla casa sul mare alla casa al mare. Miti, ideali e prassi in 20 anni di architettura italiana. PROYECTO Y CIUDAD(10), 127-142.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/349760
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact