In this article the three authors report the results of an exploratory study conducted at the Rebibbia Women's Penitentiary Institute. The study used silent books (i.e., wordless picture books) during reading group meetings with two major aims: (1) to increase reading among inmates, especially among lower-literacy prisoners; and (2) to make the reading room a shared space where to build a community and to foster a sense of control over one’s own lifes in prisoners.

In questo articolo le tre Autrici danno conto di una sperimentazione condotta presso l’Istituto Femminile di Rebibbia cioè un circolo di lettura molto speciale con l’utilizzo dei silent books, libri senza parole dove il racconto è affidato alle sole immagini, puntando sul potere trasformativo della buona letteratura. Due gli obiettivi del progetto: riavvicinare alla lettura le detenute, specie quelle con bassi livelli di alfabetizzazione; rendere i locali della biblioteca uno spazio condiviso dove costruire comunità e favorire i processi di responsabilizzazione delle partecipanti.

Murari, S., Vinci, L., Zizioli, E. (2019). "Controvento". La lettura si fa percorso ri-educativo. BIBLIOTECHE OGGI, XXXVII (1), 37-41 [10.3302/0392-8586-201901-037-1].

"Controvento". La lettura si fa percorso ri-educativo

Zizioli E.
2019

Abstract

In questo articolo le tre Autrici danno conto di una sperimentazione condotta presso l’Istituto Femminile di Rebibbia cioè un circolo di lettura molto speciale con l’utilizzo dei silent books, libri senza parole dove il racconto è affidato alle sole immagini, puntando sul potere trasformativo della buona letteratura. Due gli obiettivi del progetto: riavvicinare alla lettura le detenute, specie quelle con bassi livelli di alfabetizzazione; rendere i locali della biblioteca uno spazio condiviso dove costruire comunità e favorire i processi di responsabilizzazione delle partecipanti.
In this article the three authors report the results of an exploratory study conducted at the Rebibbia Women's Penitentiary Institute. The study used silent books (i.e., wordless picture books) during reading group meetings with two major aims: (1) to increase reading among inmates, especially among lower-literacy prisoners; and (2) to make the reading room a shared space where to build a community and to foster a sense of control over one’s own lifes in prisoners.
Murari, S., Vinci, L., Zizioli, E. (2019). "Controvento". La lettura si fa percorso ri-educativo. BIBLIOTECHE OGGI, XXXVII (1), 37-41 [10.3302/0392-8586-201901-037-1].
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/352952
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact