2 giugno: da sudditi a cittadini