Il contratto di viaggio nei rapporti tra il Codice Civile, il Codice del Turismo e il Codice del Consumo. La collocazione nel Codice del Turismo non deve indurre erroneamente a ritenere che la disciplina sia destinata a regolamentare soltanto contratti con “causa” turistica. Essa infatti disciplina qualsiasi contratto (o insieme di contratti) avente ad oggetto la prestazione di una pluralità di servizi di viaggio combinati. A livello più generale, è evidente l’intento del legislatore di risolvere, ove possibile, le disarmonie normative (di fonte nazionale ed europea), migliorando l’organicità e la coerenza interna del sistema. La realtà si mostra dinamica e disorganica. Il moto centrifugo, sospingente verso la polisistematicità, trova nuovo vigore nelle spinte della tecnica e dell’economia. Agli interpreti spetta il compito di analizzare le norme sul pacchetto di viaggio, ricondurle e collocarle nel microsistema di riferimento, disegnare il quadro di rapporti intersistematici, individuare all’interno del settore stesso i criteri in base ai quali colmare le lacune e sciogliere le antinomie delle discipline settoriali, le quali si pongono non più in rapporto di specialità rispetto al Codice Civile, bensì quali regole complementari, frazioni autonome di un ordinamento unitario che l’interprete è chiamato a ricostruire.

Battelli, E. (2020). Il nuovo pacchetto turistico: profili di applicazione e rilievi intersistematici. EUROPA E DIRITTO PRIVATO(2), 487-512.

Il nuovo pacchetto turistico: profili di applicazione e rilievi intersistematici

battelli e.
2020

Abstract

Il contratto di viaggio nei rapporti tra il Codice Civile, il Codice del Turismo e il Codice del Consumo. La collocazione nel Codice del Turismo non deve indurre erroneamente a ritenere che la disciplina sia destinata a regolamentare soltanto contratti con “causa” turistica. Essa infatti disciplina qualsiasi contratto (o insieme di contratti) avente ad oggetto la prestazione di una pluralità di servizi di viaggio combinati. A livello più generale, è evidente l’intento del legislatore di risolvere, ove possibile, le disarmonie normative (di fonte nazionale ed europea), migliorando l’organicità e la coerenza interna del sistema. La realtà si mostra dinamica e disorganica. Il moto centrifugo, sospingente verso la polisistematicità, trova nuovo vigore nelle spinte della tecnica e dell’economia. Agli interpreti spetta il compito di analizzare le norme sul pacchetto di viaggio, ricondurle e collocarle nel microsistema di riferimento, disegnare il quadro di rapporti intersistematici, individuare all’interno del settore stesso i criteri in base ai quali colmare le lacune e sciogliere le antinomie delle discipline settoriali, le quali si pongono non più in rapporto di specialità rispetto al Codice Civile, bensì quali regole complementari, frazioni autonome di un ordinamento unitario che l’interprete è chiamato a ricostruire.
Battelli, E. (2020). Il nuovo pacchetto turistico: profili di applicazione e rilievi intersistematici. EUROPA E DIRITTO PRIVATO(2), 487-512.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/371724
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact