In anticipo sulla pubblicazione di Narratori delle pianure, Gianni Celati ha descritto, in un esilarante episodio del Lunario del paradiso (1978), l’insostenibilità di una visione coatta e spettacolarizzata. Quell’episodio può essere letto come pars destruens di una riflessione sul vedere che avrebbe portato l’autore a concepire la peculiare forma dei suoi racconti di osservazione. Alla luce di sorprendenti affinità visive, l’articolo propone di rileggere quelle pagine come parodia di una celebre sequenza di 2001: Odissea nello spazio (1968) di Stanley Kubrick.

Fracassa, U. (2020). Psichedelie visioni allucinazioni. Sostenibilità / insostenibilità dello sguardo nell'opera di Celati. RECHERCHES(24 - printemps 2020), 135-146.

Psichedelie visioni allucinazioni. Sostenibilità / insostenibilità dello sguardo nell'opera di Celati

Fracassa, Ugo
2020-01-01

Abstract

In anticipo sulla pubblicazione di Narratori delle pianure, Gianni Celati ha descritto, in un esilarante episodio del Lunario del paradiso (1978), l’insostenibilità di una visione coatta e spettacolarizzata. Quell’episodio può essere letto come pars destruens di una riflessione sul vedere che avrebbe portato l’autore a concepire la peculiare forma dei suoi racconti di osservazione. Alla luce di sorprendenti affinità visive, l’articolo propone di rileggere quelle pagine come parodia di una celebre sequenza di 2001: Odissea nello spazio (1968) di Stanley Kubrick.
Fracassa, U. (2020). Psichedelie visioni allucinazioni. Sostenibilità / insostenibilità dello sguardo nell'opera di Celati. RECHERCHES(24 - printemps 2020), 135-146.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/372476
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact