Il corpo malato della modernità. "Hind Swaraj" nella pandemia