Questo contributo considera il problema della trascrizione multimodale in un tipo particolare di interazione orale in presenza: quella tra pazienti afasici e terapeuta. Si introduce inizialmente il complesso rapporto tra linguaggio verbale e gestualità: le loro compresenze (concordanti o discordanti) e le possibili assenze di una delle due modalità negli scambi interazionali. Si analizza specificatamente l’intreccio multimodale nel discorso dei pazienti afasici, evidenziando l’importanza dell’uso di risorse non verbali nell’organizzazione del loro parlato, date le difficoltà linguistiche inerenti alla patologia stessa. Tramite frammenti di sedute terapeutiche videoregistrate, si mettono in rilievo l’in- treccio di parole, gesti, sguardi, movimenti e silenzi, soffermandosi in particolare sul pointing (il gesto di indicare un elemento nell’ambiente fisico circostante). Si presentano le difficoltà relative alla trascrizione di questo tipo di interazioni (quantità di elementi da considerare e frequenti sovrapposizioni) e le possibili soluzioni tecniche, proponendo una trascrizione attenta alla configurazione complessiva nel suo sviluppo interazionale.

Merlino, S., Bazzanella, C. (2017). Il discorso afasico. Gesto, parola, trascrizione. QUADERNI DI LINGUISTICA, V, "La scrittura all’ombra della parola" a cura di L. Romito e M. Frontera, 33-55.

Il discorso afasico. Gesto, parola, trascrizione

Merlino S.
;
Bazzanella C.
2017

Abstract

Questo contributo considera il problema della trascrizione multimodale in un tipo particolare di interazione orale in presenza: quella tra pazienti afasici e terapeuta. Si introduce inizialmente il complesso rapporto tra linguaggio verbale e gestualità: le loro compresenze (concordanti o discordanti) e le possibili assenze di una delle due modalità negli scambi interazionali. Si analizza specificatamente l’intreccio multimodale nel discorso dei pazienti afasici, evidenziando l’importanza dell’uso di risorse non verbali nell’organizzazione del loro parlato, date le difficoltà linguistiche inerenti alla patologia stessa. Tramite frammenti di sedute terapeutiche videoregistrate, si mettono in rilievo l’in- treccio di parole, gesti, sguardi, movimenti e silenzi, soffermandosi in particolare sul pointing (il gesto di indicare un elemento nell’ambiente fisico circostante). Si presentano le difficoltà relative alla trascrizione di questo tipo di interazioni (quantità di elementi da considerare e frequenti sovrapposizioni) e le possibili soluzioni tecniche, proponendo una trascrizione attenta alla configurazione complessiva nel suo sviluppo interazionale.
Merlino, S., Bazzanella, C. (2017). Il discorso afasico. Gesto, parola, trascrizione. QUADERNI DI LINGUISTICA, V, "La scrittura all’ombra della parola" a cura di L. Romito e M. Frontera, 33-55.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/376512
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact