Espansioni finanziarie e verosimile estetico. Un'ipotesi teorica