Scrivere l’attore. Un dialogo tra Gordon Craig e Arthur Symons