Dall’inizio del proprio percorso artistico e fino ad oggi, Giuseppe Penone ha realizzato opere che instaurano legami forti e via via più complessi con i luoghi in cui vengono realizzate o installate. Le prime opere, nei boschi intorno al paese natale, erano interventi realizzati sugli alberi ed esistevano in funzione di essi; tuttavia non modificavano sostanzialmente il significato complessivo del luogo nel quale si trovavano. Con alcuni esempi lungo tutta la carriera dell’artista, si tenta di illustrare come in Penone il rapporto tra opere e luoghi sia cambiato, culminando nella creazione del Giardino delle sculture fluidepresso la Reggia di Venaria Reale, vero e proprio luogo complesso, animato da contraddizioni che convivono armoniosamente tra di loro. Per le sue caratteristiche e per l’importanza che ricopre nel percorso di Penone, il Giardinodi Venaria si è reso quindi l’oggetto ideale per un esperimento di restituzione digitale del Cultural Heritage, un webdoc interattivo realizzato da tre studiosi, un docente e due collaboratori, nell’ambito del laboratorio CARMEL - Contemporary Art Media Lab. Si darà conto della sua struttura, come pure delle questioni di merito e di metodo che esso ha comportato.

Cammarata, S.M.S. (2019). Dal bosco al museo al giardino. Un racconto digitale su Giuseppe Penone. @ DIGITCULT, 4, 63-72.

Dal bosco al museo al giardino. Un racconto digitale su Giuseppe Penone

Silvia Maria Sara Cammarata
2019

Abstract

Dall’inizio del proprio percorso artistico e fino ad oggi, Giuseppe Penone ha realizzato opere che instaurano legami forti e via via più complessi con i luoghi in cui vengono realizzate o installate. Le prime opere, nei boschi intorno al paese natale, erano interventi realizzati sugli alberi ed esistevano in funzione di essi; tuttavia non modificavano sostanzialmente il significato complessivo del luogo nel quale si trovavano. Con alcuni esempi lungo tutta la carriera dell’artista, si tenta di illustrare come in Penone il rapporto tra opere e luoghi sia cambiato, culminando nella creazione del Giardino delle sculture fluidepresso la Reggia di Venaria Reale, vero e proprio luogo complesso, animato da contraddizioni che convivono armoniosamente tra di loro. Per le sue caratteristiche e per l’importanza che ricopre nel percorso di Penone, il Giardinodi Venaria si è reso quindi l’oggetto ideale per un esperimento di restituzione digitale del Cultural Heritage, un webdoc interattivo realizzato da tre studiosi, un docente e due collaboratori, nell’ambito del laboratorio CARMEL - Contemporary Art Media Lab. Si darà conto della sua struttura, come pure delle questioni di merito e di metodo che esso ha comportato.
Cammarata, S.M.S. (2019). Dal bosco al museo al giardino. Un racconto digitale su Giuseppe Penone. @ DIGITCULT, 4, 63-72.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/385767
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact