Contratti collegati, aliud pro alio, causa concreta: uno slancio verso il futuro o un ritorno al passato?