Qualche osservazione sul recente dibattito storiografico in tema di storia regionale