The narratives draw fields of possibility of social and subjective action, they support the collective imagination. This paper presents some results of an empirical research still in progress on Casa San-kara, a self-organized community of African migrants,present in the Capitanata countryside. It intends in particular to illustrate its emblematic character for integration processes, its potential for transformation and social innovation, due to its being a ‘counter-narrative’ with respect to the social imaginary around terms such as ‘migrant’, ‘help’, ‘hospitality’.

Le narrazioni disegnano campi di possibilità dell’agire sociale e soggettivo, supportano l’immaginario collettivo. Il presente contributo presenta alcuni risultati di una ricerca empirica ancora in corso su Casa Sankara, una comunità di migranti africani auto-organizzata, presente nelle campagne della Capitanata. Intende in particolare illustrare il suo carattere di emblematicità per i processi di integrazione, il suo potenziale di trasformazione e innovazione sociale, in ragione del suo essere una ‘contro-narrazione’ rispetto all’immaginario sociale attorno a termini come ‘migrante’, ‘aiuto’, ‘accoglienza’.

Manfreda, A. (2021). MIGRANTI, SOGGETTI BISOGNOSI O RISORSE? IL CASO DI UNA NARRAZIONE EMANCIPANTE. METIS, 11(1) 2021, 290-306.

MIGRANTI, SOGGETTI BISOGNOSI O RISORSE? IL CASO DI UNA NARRAZIONE EMANCIPANTE

Ada Manfreda
2021-01-01

Abstract

Le narrazioni disegnano campi di possibilità dell’agire sociale e soggettivo, supportano l’immaginario collettivo. Il presente contributo presenta alcuni risultati di una ricerca empirica ancora in corso su Casa Sankara, una comunità di migranti africani auto-organizzata, presente nelle campagne della Capitanata. Intende in particolare illustrare il suo carattere di emblematicità per i processi di integrazione, il suo potenziale di trasformazione e innovazione sociale, in ragione del suo essere una ‘contro-narrazione’ rispetto all’immaginario sociale attorno a termini come ‘migrante’, ‘aiuto’, ‘accoglienza’.
The narratives draw fields of possibility of social and subjective action, they support the collective imagination. This paper presents some results of an empirical research still in progress on Casa San-kara, a self-organized community of African migrants,present in the Capitanata countryside. It intends in particular to illustrate its emblematic character for integration processes, its potential for transformation and social innovation, due to its being a ‘counter-narrative’ with respect to the social imaginary around terms such as ‘migrant’, ‘help’, ‘hospitality’.
Manfreda, A. (2021). MIGRANTI, SOGGETTI BISOGNOSI O RISORSE? IL CASO DI UNA NARRAZIONE EMANCIPANTE. METIS, 11(1) 2021, 290-306.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Manfreda_Migranti soggetti bisogni o risorse_Metis_012021.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Creative commons
Dimensione 352.17 kB
Formato Adobe PDF
352.17 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/389961
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact