Oralità/Scrittura/Digitale: qualche riflessione sull’italiano