Filosofia, regalità e "arte della scrittura" in Giuliano Imperatore