Of Identity et Diversityis the chapter of theEssay concerning the Human Understanding which contains John Locke’s doctrine about personal identity. This article aims to offer a guide to the reading, developing three fundamental points. Firstly, it shows how Locke established his position about identity and individuation, in the open-ing paragraphs of the chapter. Secondly, it focuses on the way in which Locke provided, starting from § 9, a first definition of consciousness, useful to show that personal identity derives from it, rather than from substance. Finally, it highlights how the notions of consciousness have been completed with that of concernment, which makes the persona subject mainly, though not exclusively, of a juridical-moral kind.

Of Identity et Diversityè il capitolo delSaggio sull’intelletto umano che contienel a dottrina di John Locke sull’identità personale. Questo articolo si prefigge lo scopo di offrirne una guida alla lettura, sviluppando tre punti fondamentali. In primo luogo, esso mostra come Locke abbia stabilito, nei primi paragrafi del capitolo, la propria posizione sull’identità e sull’individuazione. In secondo luogo, si concentra sul modo in cui Locke ha fornito, a partire dal § 9, una prima definizione della coscienza, utile per mostrare che l’identità personale deriva da essa, piuttosto che dalla sostanza. Infine, mette in luce come la nozione di coscienza venga completata da quella di concernment, che fa della persona un soggetto principalmente, anche se non esclusivamente, di tipo giuridico-morale.

Petagine, A. (2020). Of Identity and Diversity. Una guida alla lettura di John Locke, Saggio sull’intelletto umano, II, c. 27. FORUM, 6, 169-197.

Of Identity and Diversity. Una guida alla lettura di John Locke, Saggio sull’intelletto umano, II, c. 27

Antonio Petagine
2020-01-01

Abstract

Of Identity et Diversityè il capitolo delSaggio sull’intelletto umano che contienel a dottrina di John Locke sull’identità personale. Questo articolo si prefigge lo scopo di offrirne una guida alla lettura, sviluppando tre punti fondamentali. In primo luogo, esso mostra come Locke abbia stabilito, nei primi paragrafi del capitolo, la propria posizione sull’identità e sull’individuazione. In secondo luogo, si concentra sul modo in cui Locke ha fornito, a partire dal § 9, una prima definizione della coscienza, utile per mostrare che l’identità personale deriva da essa, piuttosto che dalla sostanza. Infine, mette in luce come la nozione di coscienza venga completata da quella di concernment, che fa della persona un soggetto principalmente, anche se non esclusivamente, di tipo giuridico-morale.
Of Identity et Diversityis the chapter of theEssay concerning the Human Understanding which contains John Locke’s doctrine about personal identity. This article aims to offer a guide to the reading, developing three fundamental points. Firstly, it shows how Locke established his position about identity and individuation, in the open-ing paragraphs of the chapter. Secondly, it focuses on the way in which Locke provided, starting from § 9, a first definition of consciousness, useful to show that personal identity derives from it, rather than from substance. Finally, it highlights how the notions of consciousness have been completed with that of concernment, which makes the persona subject mainly, though not exclusively, of a juridical-moral kind.
Petagine, A. (2020). Of Identity and Diversity. Una guida alla lettura di John Locke, Saggio sull’intelletto umano, II, c. 27. FORUM, 6, 169-197.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/396432
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact