Bernardo De Dominici e il restauro a Napoli alla seconda metà del Settecento