Si analizza il Grand Tour, sviluppatosi nel Regno di Napoli come itinerario per la conoscenza della civiltà classica (in seguito alla scoperta dei siti archeologici di Ercolano, nel 1706, e Pompei, nel 1748), e dalla seconda metà del XVIII secolo nell’entroterra abruzzese, per le tracce del grandioso e del pittoresco anche nella natura. In tale contesto è collocata l’analisi del dipinto raffigurante San Francesco in adorazione del Bambino con Santo Stefano della chiesa di Pietrasecca di Carsoli, impregnato del romanticismo tedesco, presente nella città di Napoli, frutto dell’assimilazione della sensibilità verso il paesaggio, non dissociabile dalla regione in cui si inserisce, ricca di una copiosa varietà di frutti, di un’abbondanza di vini e di biade, di erbe medicinali.

Ramadori, M. (2013). Il Grand Tour attraverso Pietrasecca, passando per il Carseolano, e la rappresentazione artistica del paesaggio. IL FOGLIO DI LUMEN(36), 22-25.

Il Grand Tour attraverso Pietrasecca, passando per il Carseolano, e la rappresentazione artistica del paesaggio

ramadori
2013

Abstract

Si analizza il Grand Tour, sviluppatosi nel Regno di Napoli come itinerario per la conoscenza della civiltà classica (in seguito alla scoperta dei siti archeologici di Ercolano, nel 1706, e Pompei, nel 1748), e dalla seconda metà del XVIII secolo nell’entroterra abruzzese, per le tracce del grandioso e del pittoresco anche nella natura. In tale contesto è collocata l’analisi del dipinto raffigurante San Francesco in adorazione del Bambino con Santo Stefano della chiesa di Pietrasecca di Carsoli, impregnato del romanticismo tedesco, presente nella città di Napoli, frutto dell’assimilazione della sensibilità verso il paesaggio, non dissociabile dalla regione in cui si inserisce, ricca di una copiosa varietà di frutti, di un’abbondanza di vini e di biade, di erbe medicinali.
Ramadori, M. (2013). Il Grand Tour attraverso Pietrasecca, passando per il Carseolano, e la rappresentazione artistica del paesaggio. IL FOGLIO DI LUMEN(36), 22-25.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/398741
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact