Quale idea di uguaglianza per lo stato sociale? In difesa della “vecchia” idea di uguaglianza di condizioni