This contribution collects some reflections on the relationship between gender and urban spaces, starting from the disciplinary intersection between planning and philosophy and the encounter between thought and activism. In a historical context in which gender-oriented policies are more and more recurrent in the daily lexicon, a critical view is proposed which, starting from transfeminist posture and some of its collective practices in public space, questions its sometimes contradictory implications and proposes a shift from the paradigm of security to that of self-determination.

Il contributo raccoglie alcune riflessioni sulla relazione tra genere e spazi urbani, a partire dall’ incrocio disciplinare tra pianificazione e filosofia e dall’incontro tra pensiero e attivismo. In un contesto storico in cui le politiche gender-oriented sono sempre più ricorrenti nel lessico quotidiano, si propone uno sguardo critico che, a partire dal posizionamento transfemminista, e da alcune delle sue pratiche collettive nello spazio pubblico, evidenzia ne interroga i risvolti talvolta contraddittori e propone uno spostamento dal paradigma della sicurezza a quello dell’autodeterminazione.

Castelli, F., Olcuire, S. (2021). Smagliata, inaddomesticata, conflittuale: ripensare la città in ottica transfemminista. ETNOGRAFIE DEL CONTEMPORANEO, 4, 73-81 [10.53123/ETDC_4_8].

Smagliata, inaddomesticata, conflittuale: ripensare la città in ottica transfemminista

F. Castelli;S. Olcuire
2021-01-01

Abstract

Il contributo raccoglie alcune riflessioni sulla relazione tra genere e spazi urbani, a partire dall’ incrocio disciplinare tra pianificazione e filosofia e dall’incontro tra pensiero e attivismo. In un contesto storico in cui le politiche gender-oriented sono sempre più ricorrenti nel lessico quotidiano, si propone uno sguardo critico che, a partire dal posizionamento transfemminista, e da alcune delle sue pratiche collettive nello spazio pubblico, evidenzia ne interroga i risvolti talvolta contraddittori e propone uno spostamento dal paradigma della sicurezza a quello dell’autodeterminazione.
This contribution collects some reflections on the relationship between gender and urban spaces, starting from the disciplinary intersection between planning and philosophy and the encounter between thought and activism. In a historical context in which gender-oriented policies are more and more recurrent in the daily lexicon, a critical view is proposed which, starting from transfeminist posture and some of its collective practices in public space, questions its sometimes contradictory implications and proposes a shift from the paradigm of security to that of self-determination.
Castelli, F., Olcuire, S. (2021). Smagliata, inaddomesticata, conflittuale: ripensare la città in ottica transfemminista. ETNOGRAFIE DEL CONTEMPORANEO, 4, 73-81 [10.53123/ETDC_4_8].
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/399964
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact