Oggetto del presente studio è la diversificazione dei contenuti e dei modelli di riferimento delle opere televisive: i c.d. “format televisivi”. L’importanza del format emerge con evidenza quando si volge lo sguardo alla crescita costante delle contrattazioni aventi ad oggetto tale “bene”, che stanno diventando sempre più numerose e di valore economico significativo, al punto da costituire un vero e proprio settore di “mercato”. Eppure tali contratti avvengono pressoché in assenza di una specifica regolamentazione del bene scambiato a causa della sua difficile connotazione giuridica. L’interprete si trova così a dover ricercare una disciplina che ne regoli l’utilizzo e lo scambio. Qualificato come opera dell’ingegno avente carattere creativo e compiutezza espressiva, il riferimento del format è stato individuato, secondo l’orientamento prevalente, nella disciplina di cui alla legge sul diritto d’autore. L’analisi si concentrerà sull’evoluzione giurisprudenziale che usualmente fa riferimento alla tradizione giuridica e culturale delle opere teatrali e cinematografiche. I moderni format sono però sempre più lontani da quei riferimenti e la molteplicità di modelli induce a tentare di proporre un ordine non meramente classificatorio, alla ricerca di solide basi di tutelabilità delle opere televisive, differenziandone le varie tipologie.

Battelli, E. (2021). Il mercato dei format e la tutela delle opere televisive. CONTRATTO E IMPRESA(1), 171-201.

Il mercato dei format e la tutela delle opere televisive

Ettore Battelli
2021

Abstract

Oggetto del presente studio è la diversificazione dei contenuti e dei modelli di riferimento delle opere televisive: i c.d. “format televisivi”. L’importanza del format emerge con evidenza quando si volge lo sguardo alla crescita costante delle contrattazioni aventi ad oggetto tale “bene”, che stanno diventando sempre più numerose e di valore economico significativo, al punto da costituire un vero e proprio settore di “mercato”. Eppure tali contratti avvengono pressoché in assenza di una specifica regolamentazione del bene scambiato a causa della sua difficile connotazione giuridica. L’interprete si trova così a dover ricercare una disciplina che ne regoli l’utilizzo e lo scambio. Qualificato come opera dell’ingegno avente carattere creativo e compiutezza espressiva, il riferimento del format è stato individuato, secondo l’orientamento prevalente, nella disciplina di cui alla legge sul diritto d’autore. L’analisi si concentrerà sull’evoluzione giurisprudenziale che usualmente fa riferimento alla tradizione giuridica e culturale delle opere teatrali e cinematografiche. I moderni format sono però sempre più lontani da quei riferimenti e la molteplicità di modelli induce a tentare di proporre un ordine non meramente classificatorio, alla ricerca di solide basi di tutelabilità delle opere televisive, differenziandone le varie tipologie.
Battelli, E. (2021). Il mercato dei format e la tutela delle opere televisive. CONTRATTO E IMPRESA(1), 171-201.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/400005
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact