This paper aims to investigate how the practice of cremation can contribute to the configuration and resemanticization of places intended for the cult of the dead. We will identify those architectural features that are linked to the burial and the dispersion of ashes, capable of giving meaningful form to the impalpable matter of memory. Even though there is no longer a body to testify to human existence, we intend to demonstrate, through the concrete answers offered by architectural ractice, how the burial of ashes can inform or modify the character of the modern cemetery, allowing a typological analysis rooted in compositional principles and archetypal images.

Il presente contributo si propone di indagare in che modo la pratica della cremazione può concorrere alla configurazione e alla ri-semantizzazione dei luoghi destinati al culto dei morti, individuando quei connotati architettonici, legati alla sepoltura e alla dispersione delle ceneri, in grado di dare forma significante all’impalpabile materia del ricordo. Nonostante non ci sia più un corpo a testimoniare l’esistenza umana, si tenderà a dimostrare, attraverso le risposte concrete offerte dalla pratica architettonica, in quale misura le istanze legate al destino delle ceneri possano confermare o modificare il carattere del cimitero moderno, permettendo una tipizzazione radicata in principi compositivi e immagini archetipiche.

Carlini, A. (2021). Tramandare l’immateriale. Temi della cremazione per l’architettura funeraria. FESTIVAL DELL'ARCHITETTURA MAGAZINE(57/58), 143-151.

Tramandare l’immateriale. Temi della cremazione per l’architettura funeraria

Alessandra Carlini
2021

Abstract

Il presente contributo si propone di indagare in che modo la pratica della cremazione può concorrere alla configurazione e alla ri-semantizzazione dei luoghi destinati al culto dei morti, individuando quei connotati architettonici, legati alla sepoltura e alla dispersione delle ceneri, in grado di dare forma significante all’impalpabile materia del ricordo. Nonostante non ci sia più un corpo a testimoniare l’esistenza umana, si tenderà a dimostrare, attraverso le risposte concrete offerte dalla pratica architettonica, in quale misura le istanze legate al destino delle ceneri possano confermare o modificare il carattere del cimitero moderno, permettendo una tipizzazione radicata in principi compositivi e immagini archetipiche.
This paper aims to investigate how the practice of cremation can contribute to the configuration and resemanticization of places intended for the cult of the dead. We will identify those architectural features that are linked to the burial and the dispersion of ashes, capable of giving meaningful form to the impalpable matter of memory. Even though there is no longer a body to testify to human existence, we intend to demonstrate, through the concrete answers offered by architectural ractice, how the burial of ashes can inform or modify the character of the modern cemetery, allowing a typological analysis rooted in compositional principles and archetypal images.
Carlini, A. (2021). Tramandare l’immateriale. Temi della cremazione per l’architettura funeraria. FESTIVAL DELL'ARCHITETTURA MAGAZINE(57/58), 143-151.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
CARLINI_FAM MAGAZIN_CENERI_tagliato_inglese.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Creative commons
Dimensione 6.33 MB
Formato Adobe PDF
6.33 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/402859
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact