Reagire alla pandemia: l’arte e la ricerca che (r)esistono