A detailed examination of the fragments of the late-republican oratory allows us to ascertain how in the I century BC conjuring up crisis scenarios is a characteristic feature of contional discourses. Evidence from pre-Ciceronian times highlights how the use of such rhetorical strategy gradually asserts itself starting from the last quarter of the II century BC. Given the impact of popular oratory on its public’s perception of the reality, the representation of the Roman world as thrown into a state of crisis must have contributed to the process of disintegration that affected institutional balances in the Late republic.

L’esame puntuale dei frammenti dell’oratoria tardorepubblicana consente di appurare come nel I secolo l’evocazione di scenari di crisi sia un tratto caratterizzante dei discorsi conzionali. Le testimonianze di epoca preciceroniana consentono di evidenziare come il ricorso a tale strategia retorica si affermi gradualmente a partire dall’ultimo quarto del II sec. Tenuto conto dell’impatto dell’oratoria popolare sulla percezione della realtà del pubblico assembleare, si evidenzia l’importanza della rappresentazione della crisi tra i fattori che accelerano il processo di disgregazione degli equilibri istituzionali nella tarda repubblica.

Angius, A. (In corso di stampa). Percezioni della crisi. Comunicazione pubblica e senso di crisi nella tarda Repubblica. CAHIERS DU CENTRE G. GLOTZ, 31, 151-169.

Percezioni della crisi. Comunicazione pubblica e senso di crisi nella tarda Repubblica

Andrea Angius
In corso di stampa

Abstract

L’esame puntuale dei frammenti dell’oratoria tardorepubblicana consente di appurare come nel I secolo l’evocazione di scenari di crisi sia un tratto caratterizzante dei discorsi conzionali. Le testimonianze di epoca preciceroniana consentono di evidenziare come il ricorso a tale strategia retorica si affermi gradualmente a partire dall’ultimo quarto del II sec. Tenuto conto dell’impatto dell’oratoria popolare sulla percezione della realtà del pubblico assembleare, si evidenzia l’importanza della rappresentazione della crisi tra i fattori che accelerano il processo di disgregazione degli equilibri istituzionali nella tarda repubblica.
A detailed examination of the fragments of the late-republican oratory allows us to ascertain how in the I century BC conjuring up crisis scenarios is a characteristic feature of contional discourses. Evidence from pre-Ciceronian times highlights how the use of such rhetorical strategy gradually asserts itself starting from the last quarter of the II century BC. Given the impact of popular oratory on its public’s perception of the reality, the representation of the Roman world as thrown into a state of crisis must have contributed to the process of disintegration that affected institutional balances in the Late republic.
Angius, A. (In corso di stampa). Percezioni della crisi. Comunicazione pubblica e senso di crisi nella tarda Repubblica. CAHIERS DU CENTRE G. GLOTZ, 31, 151-169.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/404580
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact