Il contributo presenta la ricerca, dal titolo “Le competenze dei giovani del Servizio Civile Universale al servizio del Paese”, che è stata condotto nell’ambito delle attività del Laboratorio di Metodologie Qualitative nella Formazione degli Adulti (MetQualFa), del Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli studi Roma Tre, nel periodo compreso tra settembre 2019 e marzo 2020. Il gruppo di ricerca ha visto il coinvolgimento di diversi soggetti istituzionali, tra cui annoveriamo l’Università Roma Tre, il Forum Nazionale del Terzo Settore (FNTS), che costituisce l’organismo rappresentativo del terzo settore riconosciuto dal governo italiano, e Arci Servizio Civile ASC APS. Il servizio civile rappresenta una importante occasione di formazione e di crescita personale e professionale per i giovani, che sono un’indispensabile e vitale risorsa per il progresso culturale, sociale ed economico del Paese. L’attività di operatore volontario del servizio civile permette di acquisire conoscenze e competenze pratiche, ma più in generale rappresenta un’occasione di crescita personale e di formazione. Per questo il Servizio Civile Universale può rappresentare un’utile esperienza da spendere in ambito lavorativo. La norma prevede che vengano determinati i cosiddetti crediti formativi per coloro che prestano il servizio civile, che possono essere poi riconosciuti nell’ambito dell’istruzione o della formazione professionale. Anche le università possono riconoscere crediti formativi per attività prestate nel corso del servizio civile rilevanti per il curriculum degli studi. Lo studio condotto dal gruppo di ricerca ha avuto come oggetto elettivo di analisi le competenze strategiche degli operatori volontari del servizio civile, in specie la ricerca ha riguardato gli enti operanti in ASC APS e le modalità più adatte per la valorizzazione e il riconoscimento delle stesse competenze.

DI RIENZO, P. (2021). Il riconoscimento delle competenze trasversali degli operatori volontari del servizio civile. In D.R.P. Bertoni P. (a cura di), Analisi e innovazione dei processi formativi del terzo settore: competenze strategiche degli operatori volontari in servizio civile (pp. 24-51). Bologna : Lupetti.

Il riconoscimento delle competenze trasversali degli operatori volontari del servizio civile

Di Rienzo Paolo
2021

Abstract

Il contributo presenta la ricerca, dal titolo “Le competenze dei giovani del Servizio Civile Universale al servizio del Paese”, che è stata condotto nell’ambito delle attività del Laboratorio di Metodologie Qualitative nella Formazione degli Adulti (MetQualFa), del Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli studi Roma Tre, nel periodo compreso tra settembre 2019 e marzo 2020. Il gruppo di ricerca ha visto il coinvolgimento di diversi soggetti istituzionali, tra cui annoveriamo l’Università Roma Tre, il Forum Nazionale del Terzo Settore (FNTS), che costituisce l’organismo rappresentativo del terzo settore riconosciuto dal governo italiano, e Arci Servizio Civile ASC APS. Il servizio civile rappresenta una importante occasione di formazione e di crescita personale e professionale per i giovani, che sono un’indispensabile e vitale risorsa per il progresso culturale, sociale ed economico del Paese. L’attività di operatore volontario del servizio civile permette di acquisire conoscenze e competenze pratiche, ma più in generale rappresenta un’occasione di crescita personale e di formazione. Per questo il Servizio Civile Universale può rappresentare un’utile esperienza da spendere in ambito lavorativo. La norma prevede che vengano determinati i cosiddetti crediti formativi per coloro che prestano il servizio civile, che possono essere poi riconosciuti nell’ambito dell’istruzione o della formazione professionale. Anche le università possono riconoscere crediti formativi per attività prestate nel corso del servizio civile rilevanti per il curriculum degli studi. Lo studio condotto dal gruppo di ricerca ha avuto come oggetto elettivo di analisi le competenze strategiche degli operatori volontari del servizio civile, in specie la ricerca ha riguardato gli enti operanti in ASC APS e le modalità più adatte per la valorizzazione e il riconoscimento delle stesse competenze.
978-88-6874-304-8
DI RIENZO, P. (2021). Il riconoscimento delle competenze trasversali degli operatori volontari del servizio civile. In D.R.P. Bertoni P. (a cura di), Analisi e innovazione dei processi formativi del terzo settore: competenze strategiche degli operatori volontari in servizio civile (pp. 24-51). Bologna : Lupetti.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/404822
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact