La lavanda dei piedi (Gv 13,1-15): sacramento, “asacramento” o esempio? Rilettura critica delle basi esegetiche dell’interpretazione di F. Nault