L'articolo discute il ruolo che la categoria di "differenza" ha nel discorso e nella pratica razzista, e nelle forme di resistenza ad essa. Nel pensiero razzista, la categoria di differenza fa riferimento ad una differenza in natura, originaria e perenne nel tempo, che ha come esito naturalizzare le differenze sociale e appiattire le altre forme di variabilità sociale che caratterizzano i gruppi e gli individui parte di essi. La categoria di differenza è stata peraltro recuperata anche nei discorsi anti-razzista e femminista negli anni 80 e 90 per costruire un'identità dei diversi gruppi subalterni, anche se alcune autrici hanno messo in evidenza la debolezza politica e analitica di tale categoria.

RIBEIRO COROSSACZ, V., Vincenzo, C. (1999). "Negro e pure sordo: quale differenza contro il razzismo" , in "Razzismo e sessismo: riflessioni sulle impercettibili discriminazioni". ADULTITÀ, n.10, Quaderno "Le Parole delle Pari Opportunità", 163-172.

"Negro e pure sordo: quale differenza contro il razzismo" , in "Razzismo e sessismo: riflessioni sulle impercettibili discriminazioni"

RIBEIRO COROSSACZ, VALERIA;
1999

Abstract

L'articolo discute il ruolo che la categoria di "differenza" ha nel discorso e nella pratica razzista, e nelle forme di resistenza ad essa. Nel pensiero razzista, la categoria di differenza fa riferimento ad una differenza in natura, originaria e perenne nel tempo, che ha come esito naturalizzare le differenze sociale e appiattire le altre forme di variabilità sociale che caratterizzano i gruppi e gli individui parte di essi. La categoria di differenza è stata peraltro recuperata anche nei discorsi anti-razzista e femminista negli anni 80 e 90 per costruire un'identità dei diversi gruppi subalterni, anche se alcune autrici hanno messo in evidenza la debolezza politica e analitica di tale categoria.
RIBEIRO COROSSACZ, V., Vincenzo, C. (1999). "Negro e pure sordo: quale differenza contro il razzismo" , in "Razzismo e sessismo: riflessioni sulle impercettibili discriminazioni". ADULTITÀ, n.10, Quaderno "Le Parole delle Pari Opportunità", 163-172.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/417877
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact