Attraversiamo un momento molto favorevole e promettente per il paesaggio urbano contemporaneo, poiché mai come oggi la cultura del progetto, le politiche e l’opinione pubblica convergono sulla necessità di una sempre maggiore presenza della “natura” all’interno delle città. Proprio per questo, si rende sempre più urgente approfondire e ampliare la riflessione critica sulle modalità con cui favorire questa presenza e interrogarsi sui rischi di confondere la natura con il “verde”, all’interno di logiche strettamente prestazionali e quantitative che potrebbero ridurla a uno sfondo neutro e consensuale. Non si tratta di demonizzare il “verde”, ma di sollecitarne una maggiore complessità semantica, che ne moltiplichi le sfumature e le declinazioni cromatiche in chiave operativa e non riduca la ricchezza e l’eterogeneità dei significati dei paesaggi del nostro tempo. Questo saggio riprende uno dei temi del lavoro di ricerca di Annalisa Metta dal titolo “ Il paesaggio è un mostro. Città selvatiche e nature ibride”.

Metta, A. (2022). Se il verde diventa il nuovo beige. TOPSCAPE PAYSAGE, 48, 1-3.

Se il verde diventa il nuovo beige

annalisa metta
2022

Abstract

Attraversiamo un momento molto favorevole e promettente per il paesaggio urbano contemporaneo, poiché mai come oggi la cultura del progetto, le politiche e l’opinione pubblica convergono sulla necessità di una sempre maggiore presenza della “natura” all’interno delle città. Proprio per questo, si rende sempre più urgente approfondire e ampliare la riflessione critica sulle modalità con cui favorire questa presenza e interrogarsi sui rischi di confondere la natura con il “verde”, all’interno di logiche strettamente prestazionali e quantitative che potrebbero ridurla a uno sfondo neutro e consensuale. Non si tratta di demonizzare il “verde”, ma di sollecitarne una maggiore complessità semantica, che ne moltiplichi le sfumature e le declinazioni cromatiche in chiave operativa e non riduca la ricchezza e l’eterogeneità dei significati dei paesaggi del nostro tempo. Questo saggio riprende uno dei temi del lavoro di ricerca di Annalisa Metta dal titolo “ Il paesaggio è un mostro. Città selvatiche e nature ibride”.
Metta, A. (2022). Se il verde diventa il nuovo beige. TOPSCAPE PAYSAGE, 48, 1-3.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/422978
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact