‘Perché le città dovrebbero prendere sul serio la felicità’ è il sottotitolo perfetto di Time for play, il libro che raccoglie alcune delle più gioiose e radicali architetture di paesaggi effimeri dello studio AZC. Che siano padiglioni o ponti galleggianti, tutte esprimono un’attitudine amorosa e ironica verso lo spazio pubblico, trasformato in una inedita piattaforma di interazione performativa attraverso l’inserimento di oggetti a reazione ludica, temporanei e leggeri, ad alta creatività e a basso costo.

Metta, A. (2021). Time to play. TOPSCAPE PAYSAGE, 43, 160-169.

Time to play

annalisa metta
2021

Abstract

‘Perché le città dovrebbero prendere sul serio la felicità’ è il sottotitolo perfetto di Time for play, il libro che raccoglie alcune delle più gioiose e radicali architetture di paesaggi effimeri dello studio AZC. Che siano padiglioni o ponti galleggianti, tutte esprimono un’attitudine amorosa e ironica verso lo spazio pubblico, trasformato in una inedita piattaforma di interazione performativa attraverso l’inserimento di oggetti a reazione ludica, temporanei e leggeri, ad alta creatività e a basso costo.
Metta, A. (2021). Time to play. TOPSCAPE PAYSAGE, 43, 160-169.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/422983
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact