Simonetta Salacone was a teacher, principal and politician who contributed with passion, commitment and competence for over 40 years to making the Italian school increasingly democratic and inclusive, in other words constitutional. The educational institution — dedicated to Iqbal Masih — directed by Simonetta Salacone for a long time and which today rightly bears her name, has been a point of reference for generations of teachers but also of students and their families, a model of pedagogical agora which was able to catalyze and reintroduce experiences, good practices, experimentation and wide-ranging actions aimed at giving substance to that idea of an educating community that Simonetta Salacone has always assumed as the guiding star of her pedagogical and political action. The authors, sharing the same assumptions and values and having had the opportunity to get to know her closely, here outline a militant portrait of her, which wants to be at the same time a due act of gratitude to her intellectual (therefore political) profile but also a nurtured memory by great and unquenchable affection.

Simonetta Salacone è stata una insegnante, dirigente scolastica e politica che per oltre 40 anni ha contribuito, con passione, dedizione e competenza, a rendere la scuola italiana sempre più democratica e inclusiva, in altri termini costituzionale. L’istituto scolastico che ha a lungo diretto, intitolato a Iqbal Masih e che oggi porta giustamente il suo nome, è stato un punto di riferimento per generazioni di docenti ma anche di allievi/e e per le loro famiglie, un modello di agorà pedagogica capace di catalizzare e rilanciare esperienze, buone pratiche, sperimentazioni e azioni a tutto campo finalizzate a dare corpo a quell’idea di comunità educante che Simonetta Salacone ha sempre assunto come stella polare del suo agire pedagogico e politico. Gli autori, condividendo i medesimi presupposti e valori e avendo avuto l’opportunità di conoscerla da vicino ne tratteggiano qui un ritratto militante, che vuole essere al tempo stesso un atto dovuto di riconoscenza al suo profilo intellettuale (quindi politico) ma anche un ricordo nutrito da grande e inestinguibile affetto.

Bocci, F., Crescenza, G. (2023). Quando la scuola può tutto. Un ritratto militante di Simonetta Salacone. L' INTEGRAZIONE SCOLASTICA E SOCIALE, 22(1), 69-87 [10.14605/ISS2212304].

Quando la scuola può tutto. Un ritratto militante di Simonetta Salacone

BOCCI Fabio
;
CRESCENZA Giorgio
2023-01-01

Abstract

Simonetta Salacone è stata una insegnante, dirigente scolastica e politica che per oltre 40 anni ha contribuito, con passione, dedizione e competenza, a rendere la scuola italiana sempre più democratica e inclusiva, in altri termini costituzionale. L’istituto scolastico che ha a lungo diretto, intitolato a Iqbal Masih e che oggi porta giustamente il suo nome, è stato un punto di riferimento per generazioni di docenti ma anche di allievi/e e per le loro famiglie, un modello di agorà pedagogica capace di catalizzare e rilanciare esperienze, buone pratiche, sperimentazioni e azioni a tutto campo finalizzate a dare corpo a quell’idea di comunità educante che Simonetta Salacone ha sempre assunto come stella polare del suo agire pedagogico e politico. Gli autori, condividendo i medesimi presupposti e valori e avendo avuto l’opportunità di conoscerla da vicino ne tratteggiano qui un ritratto militante, che vuole essere al tempo stesso un atto dovuto di riconoscenza al suo profilo intellettuale (quindi politico) ma anche un ricordo nutrito da grande e inestinguibile affetto.
2023
Simonetta Salacone was a teacher, principal and politician who contributed with passion, commitment and competence for over 40 years to making the Italian school increasingly democratic and inclusive, in other words constitutional. The educational institution — dedicated to Iqbal Masih — directed by Simonetta Salacone for a long time and which today rightly bears her name, has been a point of reference for generations of teachers but also of students and their families, a model of pedagogical agora which was able to catalyze and reintroduce experiences, good practices, experimentation and wide-ranging actions aimed at giving substance to that idea of an educating community that Simonetta Salacone has always assumed as the guiding star of her pedagogical and political action. The authors, sharing the same assumptions and values and having had the opportunity to get to know her closely, here outline a militant portrait of her, which wants to be at the same time a due act of gratitude to her intellectual (therefore political) profile but also a nurtured memory by great and unquenchable affection.
Bocci, F., Crescenza, G. (2023). Quando la scuola può tutto. Un ritratto militante di Simonetta Salacone. L' INTEGRAZIONE SCOLASTICA E SOCIALE, 22(1), 69-87 [10.14605/ISS2212304].
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/431947
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact