Il contratto preliminare «ad effetti anticipati»: inquadramento giuridico e disciplina