Il favore per il paziente dalla teorica del contatto sociale alla interpretazione del decreto “Balduzzi”