Per una riqualificazione di via della Lungara: appunti per un progetto. Il contributo prende in esame un’antica strada di Roma, via della Lungara, tracciata al tempo di Giulio II (1508-12) per creare un migliore collegamento dei pellegrini tra Ponte Sisto e il Vaticano. Su questo tracciato si sono sviluppati nei secoli chiese, palazzi, ville, giardini e musei di particolare importanza architettonica e artistica. Percorrendo il tracciato da Porta Settimiana l’autore analizza tutte le emergenze storico-architettoniche e artistiche evidenziandone aspetti, valori e peculiarità, anche alla luce di un discutibile progetto di trasferimento della Galleria Corsini ospitata fin dalla sua origine nell’omonimo palazzo, a palazzo Barberini per arricchire il patrimonio della Galleria Nazionale d’Arte Antica. Tale progetto distruggerebbe l’identità e la fisionomia di una antica collezione d’arte romana del Settecento.

Planning cultural development of via della Lungara: notes for a project The essay considers the ancient Via della Lungara at Rome, created by Pope Julius II (1508-12) to give pilgrims better connection between Sixtus Bridge and the Vatican area. Along this road very interesting churches, palaces, villas, gardens and art collections were created. Starting from Porta Settimiana (Settimiana Gate) all highlights, buildings and works of art are analyzed. It is brought into question also a problematic project: the moving of the whole Corsini Gallery from its original place to Barberini Palace to enrich the National Gallery of Ancient Art. The project would cancel the identity of an ancient roman art collection of XVIII century.

Borsellino, E. (2010). Per una riqualificazione di via della Lungara: appunti per un progetto. In Trastevere. Un'analisi di lungo periodo, Atti del convegno di studi (pp.538-570). ROMA : Società Romana di Storia Patria.

Per una riqualificazione di via della Lungara: appunti per un progetto

BORSELLINO, Enzo
2010-01-01

Abstract

Per una riqualificazione di via della Lungara: appunti per un progetto. Il contributo prende in esame un’antica strada di Roma, via della Lungara, tracciata al tempo di Giulio II (1508-12) per creare un migliore collegamento dei pellegrini tra Ponte Sisto e il Vaticano. Su questo tracciato si sono sviluppati nei secoli chiese, palazzi, ville, giardini e musei di particolare importanza architettonica e artistica. Percorrendo il tracciato da Porta Settimiana l’autore analizza tutte le emergenze storico-architettoniche e artistiche evidenziandone aspetti, valori e peculiarità, anche alla luce di un discutibile progetto di trasferimento della Galleria Corsini ospitata fin dalla sua origine nell’omonimo palazzo, a palazzo Barberini per arricchire il patrimonio della Galleria Nazionale d’Arte Antica. Tale progetto distruggerebbe l’identità e la fisionomia di una antica collezione d’arte romana del Settecento.
978-88-97808-00-8
Planning cultural development of via della Lungara: notes for a project The essay considers the ancient Via della Lungara at Rome, created by Pope Julius II (1508-12) to give pilgrims better connection between Sixtus Bridge and the Vatican area. Along this road very interesting churches, palaces, villas, gardens and art collections were created. Starting from Porta Settimiana (Settimiana Gate) all highlights, buildings and works of art are analyzed. It is brought into question also a problematic project: the moving of the whole Corsini Gallery from its original place to Barberini Palace to enrich the National Gallery of Ancient Art. The project would cancel the identity of an ancient roman art collection of XVIII century.
Borsellino, E. (2010). Per una riqualificazione di via della Lungara: appunti per un progetto. In Trastevere. Un'analisi di lungo periodo, Atti del convegno di studi (pp.538-570). ROMA : Società Romana di Storia Patria.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/170870
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact