Dal "potere invisibile" al governo del "potere visibile"