Il lavoro indaga sulle metodologie per l’analisi ex ante dei progetti di investimento presentati dai consorzi di piccole e medie imprese con l’intento di valutare l’utilità pubblica di incentivare tali soggetti, anziché singole imprese, attraverso un processo di contrattazione tra Stato e impresa. Quali condizioni rendono opportuno l’intervento dello Stato nel finanziare questi progetti? In genere, l’intervento statale è giustificabile quando esistono dei vantaggi per le imprese nello stare insieme che non possono essere catturati dalla singola impresa. È un classico problema di fallimento del mercato, in presenza di un equilibrio di coordinamento superiore ad un equilibrio di tipo Nash (non collusivo), che spesso viene risolto attribuendone la soluzione (ovvero la promozione del coordinamento) all’operatore pubblico. Il caso dei consorzi può essere anch’esso considerato come un problema di coordinamento di interventi privati: l’azione pubblica è quindi giustificata se esistono esternalità di aggregazione per le imprese dovute all’operare in modo coordinato, ovvero all’appartenenza al consorzio, che si riflettono positivamente nell’area circostante.

DE CASTRIS, M. (2006). La valutazione di incentivi a consorzi di imprese: problemi di metodo. In Atti del IX Congresso Nazionale dell'Associazione Italiana di Valutazione, Genova 4-6 maggio 2006 (pp.1-20). Roma : AIV.

La valutazione di incentivi a consorzi di imprese: problemi di metodo

DE CASTRIS, MARUSCA
2006-01-01

Abstract

Il lavoro indaga sulle metodologie per l’analisi ex ante dei progetti di investimento presentati dai consorzi di piccole e medie imprese con l’intento di valutare l’utilità pubblica di incentivare tali soggetti, anziché singole imprese, attraverso un processo di contrattazione tra Stato e impresa. Quali condizioni rendono opportuno l’intervento dello Stato nel finanziare questi progetti? In genere, l’intervento statale è giustificabile quando esistono dei vantaggi per le imprese nello stare insieme che non possono essere catturati dalla singola impresa. È un classico problema di fallimento del mercato, in presenza di un equilibrio di coordinamento superiore ad un equilibrio di tipo Nash (non collusivo), che spesso viene risolto attribuendone la soluzione (ovvero la promozione del coordinamento) all’operatore pubblico. Il caso dei consorzi può essere anch’esso considerato come un problema di coordinamento di interventi privati: l’azione pubblica è quindi giustificata se esistono esternalità di aggregazione per le imprese dovute all’operare in modo coordinato, ovvero all’appartenenza al consorzio, che si riflettono positivamente nell’area circostante.
isbn
DE CASTRIS, M. (2006). La valutazione di incentivi a consorzi di imprese: problemi di metodo. In Atti del IX Congresso Nazionale dell'Associazione Italiana di Valutazione, Genova 4-6 maggio 2006 (pp.1-20). Roma : AIV.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/271548
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact