Si fornisce una nuova interpretazione del capolavoro di Bernini: l'artista ha immaginato che la Cattedra sfugge di mano ai dottori della chiesa per essere assunta nel paradiso, cioè diventa "santa".

Casale, V. (2006). Il supremo artificio del barocco: la "canonizzazione" della cattedra di San Pietro. In "Roma Barocca". Bernini, Borromini, Pietro da Cortona. (pp.176-183). Milano : Electa.

Il supremo artificio del barocco: la "canonizzazione" della cattedra di San Pietro

CASALE, Vittorio
2006-01-01

Abstract

Si fornisce una nuova interpretazione del capolavoro di Bernini: l'artista ha immaginato che la Cattedra sfugge di mano ai dottori della chiesa per essere assunta nel paradiso, cioè diventa "santa".
88-370-4158-6
Casale, V. (2006). Il supremo artificio del barocco: la "canonizzazione" della cattedra di San Pietro. In "Roma Barocca". Bernini, Borromini, Pietro da Cortona. (pp.176-183). Milano : Electa.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/271561
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact