Il presente contributo vuole rileggere il modo abituale di rapportare monachesimo e famiglia: di contro a una prospettiva tradizionale che tende a interpretare questi rapporti in termini di separazione, mi soffermerò in particolare sulle relazioni economiche esistenti tra monaci/monasteri e laici secolari e dunque le famiglie che abitavano la terra egiziana tra il IV e il VII secolo. Il punto di partenza è un inquadramento del sistema economico delle famiglie, egiziane al fi ne di comprendere quali fossero le dinamiche economiche e quale ruolo-centrale- avessero le famiglie, grandi e medie, nella loro gestione. Un secondo passaggio è costituito dalla rilettura e interpretazione dei monasteri come famiglia, a partire dal mantenimento da parte di questi ultimi delle funzioni economiche tipiche delle famiglie e in particolare del possesso e del consumo di beni. Da un confronto con le pratiche diffuse nel mondo secolare emergono tratti comuni nella gestione delle ricchezze e nella produzione: i membri delle famiglie e delle famiglie monastiche avevano relazioni economiche stabili e reciproche e questa contiguità correva in parallelo con la continuità dei modelli economici trasmessi dalle famiglie secolari alle famiglie monastiche.

Giorda, M.C. (2011). Oikonomia domestica e oikonomia monastica. Scambio di “buone pratiche” tra due tipologie di famiglie in Egitto (IV-VII secolo). RIVISTA DI STORIA DEL CRISTIANESIMO, 8(2), 329-356.

Oikonomia domestica e oikonomia monastica. Scambio di “buone pratiche” tra due tipologie di famiglie in Egitto (IV-VII secolo)

Giorda M. C.
2011-01-01

Abstract

Il presente contributo vuole rileggere il modo abituale di rapportare monachesimo e famiglia: di contro a una prospettiva tradizionale che tende a interpretare questi rapporti in termini di separazione, mi soffermerò in particolare sulle relazioni economiche esistenti tra monaci/monasteri e laici secolari e dunque le famiglie che abitavano la terra egiziana tra il IV e il VII secolo. Il punto di partenza è un inquadramento del sistema economico delle famiglie, egiziane al fi ne di comprendere quali fossero le dinamiche economiche e quale ruolo-centrale- avessero le famiglie, grandi e medie, nella loro gestione. Un secondo passaggio è costituito dalla rilettura e interpretazione dei monasteri come famiglia, a partire dal mantenimento da parte di questi ultimi delle funzioni economiche tipiche delle famiglie e in particolare del possesso e del consumo di beni. Da un confronto con le pratiche diffuse nel mondo secolare emergono tratti comuni nella gestione delle ricchezze e nella produzione: i membri delle famiglie e delle famiglie monastiche avevano relazioni economiche stabili e reciproche e questa contiguità correva in parallelo con la continuità dei modelli economici trasmessi dalle famiglie secolari alle famiglie monastiche.
Giorda, M.C. (2011). Oikonomia domestica e oikonomia monastica. Scambio di “buone pratiche” tra due tipologie di famiglie in Egitto (IV-VII secolo). RIVISTA DI STORIA DEL CRISTIANESIMO, 8(2), 329-356.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/324827
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact