Una rilettura corale di Storia notturna di Carlo Ginzburg. L’uso di documenti marginali e inusuali