Il progetto LIFE Diademe, finanziato dalla Unione Europea, ha come obiettivo la misura ed il monitoraggio distribuito sul territorio dei parametri rilevanti per attivare una illuminazione adattiva del tipo FAI, secondo la norma UNI 11248. Questa tecnica innovativa è, nel seguito, indicata come Illuminazione Adattiva Distribuita (DAI). Il Progetto Europeo LIFE Diademe ha consentito l’installazione di un totale di 962 dispositivi in corrispondenza di altrettanti punti luce. Grazie all’installazione distribuita sul territorio, il sistema è in grado di monitorare altri parametri non direttamente correlati con l’illuminazione pubblica. I risultati dimostrano come l’Illuminazione Adattiva Distribuita sia, non solo, un investimento sostenibile, ma sia anche foriera di importanti riduzioni di emissioni di CO2, a parità di condizioni di sicurezza del traffico legate ai livelli di illuminazione. Inoltre, i dispositivi. distribuiti in una fitta rete di punti strategicamente individuati, consentono la misurazione di svariati parametri ambientali (livelli di rumore, qualità dell’aria, ecc.), con costo marginale quasi nullo, permettendo un migliore e dettagliato monitoraggio del territorio.

Gareri, R., DI LECCE, P., Frascarolo, M., Mancinelli, A., Rossi, G. (In corso di stampa). Life-Diademe: un progetto innovativo IOT nell’illuminazione adattiva della Smart City. In XIX Congresso Nazionale AIDI La luce tra cultura e innovazione nell’era digitale atti del convegno (pp.103-111).

Life-Diademe: un progetto innovativo IOT nell’illuminazione adattiva della Smart City

M. FRASCAROLO;
In corso di stampa

Abstract

Il progetto LIFE Diademe, finanziato dalla Unione Europea, ha come obiettivo la misura ed il monitoraggio distribuito sul territorio dei parametri rilevanti per attivare una illuminazione adattiva del tipo FAI, secondo la norma UNI 11248. Questa tecnica innovativa è, nel seguito, indicata come Illuminazione Adattiva Distribuita (DAI). Il Progetto Europeo LIFE Diademe ha consentito l’installazione di un totale di 962 dispositivi in corrispondenza di altrettanti punti luce. Grazie all’installazione distribuita sul territorio, il sistema è in grado di monitorare altri parametri non direttamente correlati con l’illuminazione pubblica. I risultati dimostrano come l’Illuminazione Adattiva Distribuita sia, non solo, un investimento sostenibile, ma sia anche foriera di importanti riduzioni di emissioni di CO2, a parità di condizioni di sicurezza del traffico legate ai livelli di illuminazione. Inoltre, i dispositivi. distribuiti in una fitta rete di punti strategicamente individuati, consentono la misurazione di svariati parametri ambientali (livelli di rumore, qualità dell’aria, ecc.), con costo marginale quasi nullo, permettendo un migliore e dettagliato monitoraggio del territorio.
Gareri, R., DI LECCE, P., Frascarolo, M., Mancinelli, A., Rossi, G. (In corso di stampa). Life-Diademe: un progetto innovativo IOT nell’illuminazione adattiva della Smart City. In XIX Congresso Nazionale AIDI La luce tra cultura e innovazione nell’era digitale atti del convegno (pp.103-111).
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/383971
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact