Le intrinseche proprietà ignifughe e di resistenza al fuoco del componente in calcestruzzo hanno da sempre reso questo materiale ideale per gestire la sicurezza delle persone e delle cose all’interno degli edifici. A differenza di molti altri materiali da costruzione, il calcestruzzo non brucia e pertanto non accresce il carico d’incendio, ma questa caratteristica costituisce ulteriore vantaggio poiché il calcestruzzo rappresenta una efficacissima barriera tagliafuoco per le vie di fuga e per le compartimentazioni, permettendo l’evacuazione dell’edificio in sicurezza e l’intervento dei soccorsi. Dall’incombustibilità del calcestruzzo consegue che esso, sottoposto all’azione del calore, non emette fumi o gas tossici, che sono fonte di pericolo per le persone ancor più del fuoco stesso, e limita il rischio di danno ambientale a seguito dell’incendio. L’ottimo comportamento al fuoco è frutto del fatto che il calcestruzzo non cambia di fase alle alte temperature che si determinano durante l’incendio, mantenendo, per un certo periodo di tempo, una buona resistenza meccanica, inoltre è un materiale non particolarmente difficile da riparare se danneggiato dall’azione del fuoco.

Magaro', A. (2016). Utilizzo di polimeri e additivi nel miglioramento del comportamento al fuoco del calcestruzzo. INGENIO, 42, 28-40.

Utilizzo di polimeri e additivi nel miglioramento del comportamento al fuoco del calcestruzzo

Antonio Magaro'
2016

Abstract

Le intrinseche proprietà ignifughe e di resistenza al fuoco del componente in calcestruzzo hanno da sempre reso questo materiale ideale per gestire la sicurezza delle persone e delle cose all’interno degli edifici. A differenza di molti altri materiali da costruzione, il calcestruzzo non brucia e pertanto non accresce il carico d’incendio, ma questa caratteristica costituisce ulteriore vantaggio poiché il calcestruzzo rappresenta una efficacissima barriera tagliafuoco per le vie di fuga e per le compartimentazioni, permettendo l’evacuazione dell’edificio in sicurezza e l’intervento dei soccorsi. Dall’incombustibilità del calcestruzzo consegue che esso, sottoposto all’azione del calore, non emette fumi o gas tossici, che sono fonte di pericolo per le persone ancor più del fuoco stesso, e limita il rischio di danno ambientale a seguito dell’incendio. L’ottimo comportamento al fuoco è frutto del fatto che il calcestruzzo non cambia di fase alle alte temperature che si determinano durante l’incendio, mantenendo, per un certo periodo di tempo, una buona resistenza meccanica, inoltre è un materiale non particolarmente difficile da riparare se danneggiato dall’azione del fuoco.
Magaro', A. (2016). Utilizzo di polimeri e additivi nel miglioramento del comportamento al fuoco del calcestruzzo. INGENIO, 42, 28-40.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/422187
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact