The presence of pupils with a migratory background in the Italian school increases the relevance of a study regarding children prejudice. Since the early years of life, children show social discrimination classifying people according their ethnicity, influenced by adult and peer socialization processes. School results to be an optimal context to contrast the development of ethnic prejudice. The intergroup contact theory has been demonstrated to be effective in the reduction of prejudice; and educational strategies that promote real or imaginary contact results are successful. The educational path aims to promote deconstruction of prejudice and reduction of discrimination practices, raising awareness to migration. It uses the migrants’ drawings collected by the artist Bryan McCormack for the project Yesterday-Today-Tomorrow. It is realized a path for pupils in schools using the YTT visual language to produce perspective taking and an imaginary contact with a migrant/refugee of the same age: in this way it is possible to create a contrasting effect between their own experiences and migrants’/refugees’ experiences and to stimulate an emotional understanding of the migration experience. The path is structured as interdisciplinary, composed by 8 lessons. It uses student-centered strategies, which activate empathy. Before and after the intervention questionnaires to measure implicit and explicit prejudice are administered.

La presenza di alunni con background migratorio nella scuola italiana rende rilevante lo studio del pregiudizio nei bambini. Già nei primi anni di vita i bambini categorizzano le persone in base alle caratteristiche etniche e assumono atteggiamenti di discriminazione sociale, influenzati anche dai processi di socializzazione con adulti e pari. La scuola è un contesto ottimale per ridurre il pregiudizio etnico. In letteratura il contatto (diretto o immaginato) intergruppi e l’empatia si dimostrano tra le strategie più efficaci di riduzione del pregiudizio. Il percorso educativo ha l’obiettivo di promuovere pratiche antidiscriminatorie e ridurre il pregiudizio, favorendo la riflessione sui fenomeni migratori. Sono utilizzati disegni prodotti da persone migranti e raccolti dall’artista McCormack nel progetto Yesterday-Today-Tomorrow. Il percorso è realizzato in classi quinte di scuola primaria, utilizzando il linguaggio visivo per promuovere il perspective taking con disegni di migranti della stessa età dei destinatari: in questo modo si crea un contrasto tra la loro esperienza e quella dei migranti e si produce un apprendimento anche emotivo del vissuto della migrazione. Si struttura come percorso interdisciplinare di 8 incontri in cui si prevede la partecipazione attiva degli alunni, attivando l’empatia. Pre e post intervento sono somministrati strumenti per rilevare il pregiudizio implicito ed esplicito.

Perucchini, P., Gabrielli, S., Maricchiolo, F., Catalano, M.G., Szpunar, G. (2020). Il progetto Yesterday-Today-Tomorrow: un percorso educativo per la riduzione del pregiudizio nella scuola primaria. In La Società per la società: ricerca, scenari, emergenze sull'inclusione II Tomo (pp.226-233). Lecce : Pensa MultiMedia Editore.

Il progetto Yesterday-Today-Tomorrow: un percorso educativo per la riduzione del pregiudizio nella scuola primaria

Perucchini Paola;Gabrielli Sara;Maricchiolo Fridanna;Catalano Maria Gaetana;Szpunar Giordana
2020-01-01

Abstract

La presenza di alunni con background migratorio nella scuola italiana rende rilevante lo studio del pregiudizio nei bambini. Già nei primi anni di vita i bambini categorizzano le persone in base alle caratteristiche etniche e assumono atteggiamenti di discriminazione sociale, influenzati anche dai processi di socializzazione con adulti e pari. La scuola è un contesto ottimale per ridurre il pregiudizio etnico. In letteratura il contatto (diretto o immaginato) intergruppi e l’empatia si dimostrano tra le strategie più efficaci di riduzione del pregiudizio. Il percorso educativo ha l’obiettivo di promuovere pratiche antidiscriminatorie e ridurre il pregiudizio, favorendo la riflessione sui fenomeni migratori. Sono utilizzati disegni prodotti da persone migranti e raccolti dall’artista McCormack nel progetto Yesterday-Today-Tomorrow. Il percorso è realizzato in classi quinte di scuola primaria, utilizzando il linguaggio visivo per promuovere il perspective taking con disegni di migranti della stessa età dei destinatari: in questo modo si crea un contrasto tra la loro esperienza e quella dei migranti e si produce un apprendimento anche emotivo del vissuto della migrazione. Si struttura come percorso interdisciplinare di 8 incontri in cui si prevede la partecipazione attiva degli alunni, attivando l’empatia. Pre e post intervento sono somministrati strumenti per rilevare il pregiudizio implicito ed esplicito.
978-88-6760708-2
The presence of pupils with a migratory background in the Italian school increases the relevance of a study regarding children prejudice. Since the early years of life, children show social discrimination classifying people according their ethnicity, influenced by adult and peer socialization processes. School results to be an optimal context to contrast the development of ethnic prejudice. The intergroup contact theory has been demonstrated to be effective in the reduction of prejudice; and educational strategies that promote real or imaginary contact results are successful. The educational path aims to promote deconstruction of prejudice and reduction of discrimination practices, raising awareness to migration. It uses the migrants’ drawings collected by the artist Bryan McCormack for the project Yesterday-Today-Tomorrow. It is realized a path for pupils in schools using the YTT visual language to produce perspective taking and an imaginary contact with a migrant/refugee of the same age: in this way it is possible to create a contrasting effect between their own experiences and migrants’/refugees’ experiences and to stimulate an emotional understanding of the migration experience. The path is structured as interdisciplinary, composed by 8 lessons. It uses student-centered strategies, which activate empathy. Before and after the intervention questionnaires to measure implicit and explicit prejudice are administered.
Perucchini, P., Gabrielli, S., Maricchiolo, F., Catalano, M.G., Szpunar, G. (2020). Il progetto Yesterday-Today-Tomorrow: un percorso educativo per la riduzione del pregiudizio nella scuola primaria. In La Società per la società: ricerca, scenari, emergenze sull'inclusione II Tomo (pp.226-233). Lecce : Pensa MultiMedia Editore.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/372161
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact